sabato 22 gennaio 2022

Covid atto finale

 Omicron e' molto contagioso, ma infetta solo le vie respiratorie superiori ed e' poco letale.
La parte della popolazione che non vuole farsi vaccinare, a costo di perdere il posto di lavoro, e' la platea che da' spazio al virus.
Omicron sta facendo quello che le autorita' sanitarie non sono riesciti a fare: vaccinare tutti.
Infatti allena il sistema immunitario contro gli attacchi piu' seri.
Il grafico seguente mostra per l'Italia le convulsioni finali del virus (e' doveroso comunque fare gli scongiuri del casi).
L'andamento dell'epidemia va dall'alto a sinistra a in basso a destra.
Ogni pallino rappresenta un incremento di 14 giorni.
L'ultimo punto e' del 14 gennaio 2022.
Si osservano molto bene gli effetti del sovracarrico negli ospedali.
Quando i casi salgono tende a salire la mortalita'.
Si vedono bene come la mortalita' continua a decrescere, adesso a velocita' crescente.
Ed adesso, ultimi 4 punti, otto settimane, si vede come il prevalere di Omicron ci sta salvando da un altra catastrofe. 



lunedì 17 gennaio 2022

Omicron: la fine del Covid?

 Forse e' un presto per dirlo, ma Omicron sta diventando prevalente e si stanno accumulando articoli su articoli sulla sua bassa letalita' e sulla caratteristica di esercitare il sistema immunitario come fosse un vaccino.
Il primo articolo di rilievo viene dal Sud Africa ed indica una riduzione della mortalita' degli ospedalizzati di oltre un fattore 4. un altro recente articolo pone la mortalita' dei contagiati, piu' interessante della mortalita' degli ospedalizzati un fattore 16 piu' bassa delle prime varianti.
Ecco un mio esame di alcune serie di contagi e di decessi.


Il grafico richiede un po' di abilita' per essere compreso.
Il grafico seguente meno affollato e' piu' leggibile.

Il punto indica quando la variante Omicron e' diventata prevalente.
La variazione da nazione a nazione e' notevole, legata alla prevalenza dei no-vax, alla azianita' della popolazione ed alla diversa funzionalita' dei servizi sanitari.
La mortalita' tuttavia non racconta tutta la storia, occorre considerare anche il numero reale dei decessi e l'impatto delle varie norme sull'economia dei paesi coinvolti.
Alcune considerazioni sono tuttavia gia' ben fondate.
1) L'impatto positivo  della vaccinazione in Inghilterra somministrata con metodo a partire da dicembre 2020. Per oltre tre trimestri la mortalita' in Inghilterra e' oltre un fattore piu' bassa di quella degli altri paesi.
2) L'elevata mortalita' nel Sud Africa rispetto agli paesi considerati ed il crollo incredibile di mortalita' dovuto alla diffusione della variante Omicron.
3) Il modesto effetto del vaccino Sputnik. Ci si augura che adesso ci pensi Omicron a vaccinare la popolazione.
4) L'ottimo comportamento dell'Italia all'inizio della pandemia.
Mi auguro che presto si torni alla normalita'
Ringrazio Antonio Mio per i dati.



domenica 16 gennaio 2022

Crescita del PIL in Italia

 Negli ultimi 20 anni la crescita economica dell'Italia e' stata veramente modesta, tuttavia ritengo sia superiore a quanto comunemente si crede. 
I grafici mostrati in questo post sono elaborati da me partendo da dati di The Economist.

sabato 8 gennaio 2022

Il primo impiantatore ionico


 Agrate, il primo impiantatore ionico.

Primissimi anni del '70. E' un Linear Acceletotor da 80 kVolt, corrente del fascio <10 microampere.
In primo piano un oscilloscopio e l'elettronica della macchina, sullo sfondo un dewar di azoto liquido per le pompe, il carosello dei wafer ed la parte terminale del fascio.
L'operatore sono io, Pino Ferla, nel 1971 (data dei baffi).

La storia ha un inizio remoto, poco prima del 1968, fine 1967.
Era in sviluppo il transistore del front-end dei tuner telvisivi, quello per l'oscillatore ed diodi per la sintonia, i piu' importanti per la storia dell'impiantatore.
I diodi dovevano avere un ampia variazione di capacità rispetto alla tensione applicata, cioe' dovevano avere una giunzione iperbrusca, difficili da realizzare con le tecniche di diffusione disponibili.
Nello stesso periodo il capo del mio capo, non mi e' mai stato molto chiaro chi fosse, credo Beneteau, ma potrebbe essere stao Cabaret, chiese la caratterizzazione di alcuni campioni di silicio impiantati all'universita' di Udine.

giovedì 6 gennaio 2022

Previsione al 2100

 Una previsione al 2100 e' certamente molto azzardata.
Il Covid portera' ad una accelerazione del progresso medico, ma molti altri scenari sono anche plausibili, legati al cambiamento climatico ed alla tensione crescente fra blocchi di nazioni.
Quindi piu' che una previone e' un divertante esercizio di matematica e dei bei grafici almeno per me che li fatti. Non sto neanche a illustrarli completamente.
Partiamo dal fondo, la previsione.

Cosa mostra il grafico?

mercoledì 22 dicembre 2021

Un'evidenza degli effetti dello stress

 E' chiaro a tutti che lo stress non ha effetti benefici.
L'effetto piu' appariscente e' l'influenza sul battito cardiaco.
Le frequenza cardiaca vara periodicamente in sintonia con la respirazione, tanto piu' si e' rilassati tanto migliore e' la sintonia e piu' ampia e' la variazione della frequenza
Gli ormoni rilasciati dal sistema endocrino sono il cortisol e l'adrenalina ed agiscono sul sistema sia sul nervo vago, che controlla il battito cardiaco, e sul sistema arterioso che controlla la pressione.
Vi e' un importante effetto:gli ormoni finiscono per produrre gruppi metili che si legano al DNA causando dei problemi nella loro replica.

Durante la gestazione il processo di crescita e' estremamente attivo.
Il feto raddoppia le proprie dimensioni ogni due o tre settimani.
Gli effetti dello stress materno finiscono per per avere un'influenza negativo per tutta la vita del nascituro. I nati durante la prima mondiale hanno finito per avere una vita di quasi due anni minore di quanto ci sarebbe aspettato.

Le curve che scendono rappresentano la mortalita' per eta'.
La curva superiore la mortalita' a 100 anni, quello marcata a 80 anni , quella inferiore a 40 anni.
Le curve che salgono la mortalita' per anno di nascita.
La curva marcata e' per la coorte del 1925..
Il vertice in alto a sinistra e' la coorte del 1874, il vertice inferiore il 1979.

Notare come nei 50 anni mostrati nella figura la mortalita' decresce sempre, ma non in maniera regolare. La grande ondulazione sono le coorti nate la prima guerra mondiale.
Si nota anche lo stesso effetto per i nati durante la seconda guerra mondiale, ma e' marcato dai 40 ai 50 anni dopo tende a svanire.